Cina, Italia e Chiesa: assonanze e dissonanze millenarie

Cina, Italia e Chiesa: assonanze e dissonanze millenarie

92
0
SHARE
Cina, Italia e Chiesa: assonanze e dissonanze millenarie. Foto della conferenza stampa

Nella splendida cornice del Salone dei Medaglioni nel Palazzo Vescovile di Nola, il giorno 29 febbraio, si è tenuta la conferenza stampa “Cina, Italia e Chiesa: assonanze e dissonanze millenarie“, a margine della presentazione del libro “Lezioni Cinesi” scritto da Francesco Grillo, economista e manager. Tema centrale del saggio approfondire al meglio la realtà cinese, passando da aspetti essenziali, quali il Marxismo “in salsa orientale”, allo Stato imprenditore e alla fame e umiltà attraverso cui si è realizzata la più grande espansione che un paese abbia mai avuto nella storia. Al dibattito hanno preso parte Mons.Nicola Longobardo, consulente della Fondazione Nazionale Studi Tonioliani della Campania, la docente di economia politica dell’Università Federico II di Napoli Emma Narni Mancinelli, il Senatore della Repubblica Francesco Urraro, il Ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi e la dott.ssa Rossella Avella nella duplice veste di organizzatrice e moderatrice. Grillo, nel passare in rassegna gli ultimi trent’anni di storia cinese fondata sull’umiltà, ha posto l’accento sul modello di innovazione e su come esso possa essere applicato in Europa. Sul finire della presentazione è intervenuto il Ministro dell’Università Gaetano Manfredi, che ha sottolineato la necessità di un “conservatorismo innovatore” che punti sui giovani e che riesca a sanare una ferita da troppo tempo aperta in cui l’Europa è avvinta da un male oscuro senza più una visione sul futuro. La conferenza si è sviluppata seguendo delle parole chiave, individuate dall’organizzatrice, che riassumessero ed individuassero i temi fondamentali dei rapporti tra Cina, Italia e Chiesa, affinchè si possa, nonostante i dissidi, imparare un modello di sviluppo che attira sempre più studenti in Cina, e che di certo gioverebbe ai nostri paesi.

LEAVE A REPLY