L’arrivo di Don Antonio De Filippis a Villaricca presso la Parrocchia S.S....

L’arrivo di Don Antonio De Filippis a Villaricca presso la Parrocchia S.S. Maria dell’Arco

195
0
SHARE

la Pro Loco è lieta di annunciare la nomina a sacerdote di Don Antonio De Filippis. L’intera comunità villaricchese si è stretta intorno al nuovo sacerdote, mercoledì 6 ottobre 2021, nella Parrocchia Santa Maria dell’Arco di Villaricca, dove si è svolta la prima messa celebrata da Lui. Don Antonio De Filippis, il 3 ottobre 2021, è stato ordinato presso il Duomo di Napoli dall’arcivescovo Mimmo Battaglia. La Santa Messa è’ iniziata con la presentazione di Padre Gaetano Bianco, parroco della S.S. Maria dell’Arco, un accurato racconto della vita del giovane sacerdote. La prima santa messa di Don Antonio De Filippis è terminata con il discorso del giovane presidente dell’Azione cattolica di Villaricca. “Renditi conto di ciò che farai, imita ciò che celebrerai, conforma la tua vita al mistero della croce di Cristo” queste le parole tratte dal santino distribuito alla fine dell’omelia e regalato ai presenti insieme ai confetti alla fine della celebrazione. La santa messa è stata seguita con emozione, entusiasmo e l’attenta partecipazione dei fedeli. Erano presenti molti parroci di Villaricca e dei comuni limitrofi, presente anche Don Raffaele Galdiero della Parrocchia San Ciro di Portici ed ex rettore del seminario arcivescovile di Napoli, Don Giuseppe Tufo della Parrocchia San Francesco insieme al fratello della Parrocchia San Giacomo di Calvizzano, anche il vicario dell’arcivescovo di Napoli che ha presenziato alla cerimonia, tra i fedeli presente anche il Presidente della Pro Loco Armando De Rosa con la consorte Anna Maria Porcelli.  Era previsto il taglio della torta di benvenuto all’esterno della parrocchia nel capo di calcetto, ma il tempo non è stato clemente, è arrivato un temporale improvviso ed il taglio della torta è stato fatto nel salone. Non sono mancati i fuochi d’artificio. La Pro Loco è orgogliosa di questo nuovo sacerdote che sicuramente valorizzerà il nostro territorio, anche attraverso la religiosità molto forte in questo comune della periferia Nord di Napoli.

LEAVE A REPLY