LA PRO LOCO DI VILLARICCA PRESENTE ALLA CONFERENZA STAMPA “SANREMO CANTA NAPOLI”...

LA PRO LOCO DI VILLARICCA PRESENTE ALLA CONFERENZA STAMPA “SANREMO CANTA NAPOLI” 2019

49
0
SHARE

Nella giornata di mercoledì 4 Settembre, si è tenuta presso l’Hotel NH Panorama di Napoli la prima conferenza stampa per la presentazione della seconda Edizione del concorso internazionale “SanremoCantaNapoli”. Come annunciato, durante la conferenza, sono stati presentati i nominativi dei venti candidati alle semifinali e alla finale che si esibiranno – dal vivo – con brani inediti e una cover ciascuno, dal 25 al 27 Settembre al Teatro del Casinò di Sanremo.

Alla conferenza sono stati presenti tra gli altri il maestro Adriano Pennino che ai nostri microfoni ha sottolineato l’importanza di tali iniziative musicali per promuovere i giovani talenti e soprattutto per tenere sempre in vita la canzone classica napoletana per tramandare anche alle nuove generazioni non solo le melodie di quest’ultima ma anche la lingua che oggigiorno purtroppo non viene più approfondita nelle scuole. Prendendo spunto da questo tema il dott. Armando De Rosa, presente alla conferenza nella doppia veste di direttore di CampaniaFelix.tv e di presidente della Pro Loco di Villaricca, ha ricordato come la canzone napoletana necessiti della correttezza della lingua scritta e parlata, come ci insegnano i grandi maestri quali Salvatore Di Giacomo e Salvatore Palomba. Ha ricordato come quest’ultimo, insieme alla voce di napoli Sergio Bruni ha dato vita a un eterno binomio musicale dove la melodia nasceva dalla scrittura e viceversa. A tal proposito, ha ricordato l’importantissimo ruolo che il suo concittadino, il maestro Sergio Bruni, ha ricoperto in questo festival di caratura internazionale sottolineando l’importanza di mantenere sempre vivo il suo ricordo, cosa che fa da anni attraverso eventi e manifestazioni, tra i quali il “Premio Villaricca Sergio bruni- la canzone napoletana nelle scuole”, annunciando inoltre la prossima iniziativa “Villaricca città della musica – Omaggio a Sergio Bruni: aspettando il 2021, centenario del maestro”.

Ai nostri microfoni sono inoltre intervenuti il direttore d’orchestra Enzo Campagnoli che ha elogiato la città di Napoli, come metropoli di melomani, di chi possiede la melodia nell’anima.

L’artista Mario Maglione che sarà presente alla serata di gala insieme a Miranda Martino ha parlato, invece, dell’importanza per i concorrenti di portare sul palco due brani, uno inedito e una cover, proprio quest’ultima ha il ruolo fondamentale di riportare in vita i grandi artisti del passato che con la loro voce e la loro musica hanno portato in alto la canzone napoletana.

Il patron dell’iniziativa, Ilio Masprone, ha parlato di come nasce un progetto del genere, partendo dalle fondamenta, dal lontano 1932 quando nacque questo festival proprio a sanremo, a distanza di 86 il suo intento è stato quello di riprenderlo nella sua veste naturale: un festival della canzone napoletana che però non rimane circoscritto al territorio partenopeo ma che ampia i suoi orizzonti tenendosi in uno dei luoghi più suggestivi e importanti del panorama musicale internazionale, l’Ariston di sanremo.

Tra gli intervistati anche diversi concorrenti in gara tra i quali spicca la cantante e mandolinista Alessia Moio che  si esibirà con la canzone “A voce d’ ‘o mare”, di Ciro Troiano su spartito di Patty Marotta e con la cover “mbraccio a te” di Giuseppe Marotta ed Enrico Buonafede.

Non solo artisti che cantano nella propria lingua madre ma anche cantanti provenienti da altre parti d’italia come il giovane cantante sardo Davide Deiana che, spinto dalla sua passione per la musica napoletana si cimenterà in una performance cantata in una lingua tutta nuova, quella napoletana, seguito e supportato dall’autore e compositore Piero Del Prete che grazie al suo brano “Abbracciami” ha portato al trionfo della scorsa edizione una giovante cantante siciliana. Questo a dimostrazione che anche artisti provenienti da altre regioni d’Italia possono portare sul palco ottime performance canore in lingua napoletana a patto che, come sottolinea il giovane artista sardo, si studi approfondimante. Ascoltando queste parole il presidente della Pro Loco di Villaricca, Armando De Rosa, ha voluto omaggiare il giovane con un opuscolo scritto dal poeta Salvatore Palomba che contiene, tra gli altri, capitoli di fonologia e morfologia per la corretta scrittura e pronuncia della lingua napoletana.

Appuntamento quindi il 25 settembre al teatro casinò di sanremo dove i venti concorrenti finalisti si esibiranno dinanzi a alla giuria di qualità composta da Marinella Venegoni; Marino Bartoletti , il manager de Il Volo, Michele Torpedine; il cantante Mario Maglione e il regista Marco Simeoli .

https://www.youtube.com/watch?v=kgiQ9PngaGE&t=204s

LEAVE A REPLY